Se una mattina d’estate due Affaticati partono

Se una mattina d’estate due Affaticati partono, se la sessione estiva è stata ormai conclusa dopo innumerevoli prove settimanali, se la prima mandata di clienti inebriata dalla parola “saldi” ha ormai scaricato tutto il suo potenziale distruttivo; se Caronte il Caldo Africano è tornato a bussare alle porte dalla sua ultima volta nel 2003, ed è entrato senza aver aspettato il consenso, se la vita in una Prato animata da lavoratori ormai assetati di ferie che bighellonano nei nuovi locali comincia ad apparire un po’ stretta… Beh, non è detto che la meta sia necessariamente Finale Ligure, ma l’idea è necessariamente vacanza. O quantomeno, piccolo break. Un weekend – o a voler essere precisi, un mid-week. 

La meta diventa necessariamente Finale Ligure quando i due Affaticati si ricordano di essere in possesso di uno dei quei cofanetti regalo dai nomi un po’ altisonanti come “Fuga d’amore” o “Notte stellata”, cominciano a sfogliare il catalogo contenuto dentro alla scatola, selezionano una manciata di mete raggiungibili in un massimo di tre, quattro ore di macchina, danno una veloce controllata alla recensioni su Tripadvisor e tutt’a un tratto la scelta è fatta. B&B, 3 camere, nelle vicinanze: grotte, un borgo, belle spiagge. 

Ancora una volta, a voler essere precisi, noi – i due Affaticati – eravamo esattamente a Calice Ligure. La nostra camera, doppia con possibilità di essere usata anche da quattro persone data la presenza di un letto matrimoniale e un letto a castello, era al secondo piano di una vecchia casa di campagna adibita a B&B, sul finale di una strada dalle curve non troppo simpatiche. Spartana ma accogliente, pulita, con due finestre grandi che danno su un discreto panorama. Per una “Notte stellata” non si può chiedere di meglio. Allo stesso piano della camera – delle camere, anzi – c’è la cucina ad uso comune, con un grande tavolo in legno sul quale la signora Sonia, la proprietaria, apparecchia ogni mattina – crostata fatta con le sue mani, così come il pane; Nutella e marmellata, affettati, latte, succo d’arancia, mentre la moca borbotta sui fornelli. 

Sorridente, appena arrivati ha tentato di istruirci sulle imperdibili mete dei paraggi. Le grotte son belle, sì, ma mica piove, oggi non potete andare. Andate a Varigotti, il mare è bello e lo stabilimento ve lo consiglio io, vi mando dove vi trattano bene e spendete il giusto, e dove fanno dei panini enormi che piacciono tanto a mio nipote. 

L’Affaticato Guidatore deve aver sicuramente assorbito più nozioni di me, perchè, nonostante un problema ad una galleria che costringeva le macchine a un giro lungo più di mezz’ora per arrivare a una spiaggia in realtà attigua, siamo arrivati a destinazione. Ci è addirittura toccato un parcheggio con le strisce bianche grazie alla gentilezza di una signora che, notando il mio finestrino abbassato, ci ha diretto verso una stradina interna – NB: la seconda persona veramente gentile. Nell’arco di un’ora. Questi liguri cominciavano a piacerci un sacco.

La ricerca dello stabilimento che ci aveva consigliato la proprietaria del B&B si è rivelata quella mattina del tutto infruttuosa, e la voglia di continuare a girovagare a vuoto sul lungomare con più di tre ore di macchina alle spalle e un certo languorino che cominciava a farsi sentire nello stomaco ci ha spinto verso il bagno Liliana – NB2: un sacco di cose si chiamano Liliana a Varigotti. Uno stabilimento balneare, un’agenzia immobiliare, un hotel. Chissà come mai. 

Decidiamo che l’ombrellone con due sdraio in seconda fila è Il Nostro Uomo e dopo aver scaricato borse e teli di mare in un baleno ci siamo fiondati in acqua. Finalmente fresca, limpida, col fondo sassoso. A guardare in basso si possono vedere i piedi – so che è una cosa che alla mia età non dovrebbe ormai più impressionare, ma probabilmente i troppi anni a Ronchi non mi hanno temprato abbastanza. 

La giornata al mare scorre così: tuffo, doccia, sole, ancora tuffo, nuotata, tre capitoli di un buon libro mentre ti asciughi, un’insalata di polpo a pranzo, una partita a Ramino, altri due capitoli, tuffo, doccia con shampo, sigaretta del tramonto, desiderio represso di un ultimo tuffo. 

E in men che non si dica sei di nuovo nella tua stanza, a prepararti per andare a cena.

Finalborgo è il nome del famoso borghetto citato nel catalogo del cofanetto. Più piccolo del quartiere dove vivo, si gira in un lungo e in largo in mezz’ora. La piazzetta centrale, piazza Garibaldi, è animata dagli schiamazzi di alcuni bambini che giocano lì in mezzo e i bisbiglii di qualche coppia più anziana seduta sulle panchine. È il classico “borghetto da fame”: se non ci vai a pranzo o a cena, dopo un’ora puoi andare da un’altra parte.

Ma erano le nove passate e noi avevamo fame, quindi eravamo decisamente nel posto giusto. Ancora una volta, Tripadvisor è stato un valido alleato e ci ha permesso di compiere la scelta giusta: un ristorantino vicino alle mura, con piatti liguri di carne, pesce e verdura. E un ottimo sorbetto al limone e salvia.

NB3: apparentemente in Liguria sono davvero molto vegan friendly. Allo stabilimento balneare vendevano croissant vegani, ad ogni vetrina c’è affisso un adesivo che recita qualche slogan del genere, sta per aprire una sorta di sala da thè/centro fabbricazione centrifugati di frutta e verdura. Indubbiamente una buona idea per il Mio Mondo, ma che dire, mica me l’aspettavo, specialmente in una regione dove la logica dice che il pesce sia presente in un buon 80% dei piatti data la vicinanza col mare. 

La notte è stata calda ma tutto sommato passabile e il mio cuscino era da prendere, ficcare nel borsone e portare a casa.

Siamo stati svegliati da due allarmi sul mio iPhone e una conversazione in inglese proveniente dalla cucina. Abbiamo trovato la tavola apparecchiata e un signore con gli occhiali e i capelli candidi seduto in angolo. Ha salutato e ha iniziato a parlare: olandese, in vacanza col figlio, venuto in due giorni con la macchina e una sosta a Freiburg, voi cosa fate nella vita, ma che lingue studi?, it’s a hard work with Russian!, poi è arrivato il figlio, Sonia ci ha rispiegato come arrivare al “suo” stabilimento, ci siamo riempiti la pancia con quella meeeravigliosa crostata, costume addosso e via in macchina di nuovo.

Non so esattamente come ci sia potuto sfuggire il posto dove andare la mattinata precedente, perchè era veramente vicino alla Nostra Amica Liliana – NB4 : Liliana del bar si è rivelata la terza ligure super gentile, col suo sconto calcolato ad hoc e il conto che ci ha fatto saldare solo a fine giornata, come si fa coi clienti abituali. Adoro i liguri.

Così il secondo giorno abbiamo dato retto alla signora Sonia e la giornata di mare è scorsa: tuffo, doccia, sole, ancora tuffo, nuotata, tre capitoli di un buon libro mentre ti asciughi, bresaola e mozzarella a pranzo, una partita a Ramino, altri due capitoli e mezzo Cosmopolitan Agosto 2015, tuffo, doccia con shampo, sigaretta del tramonto, desiderio represso di un ultimo tuffo. 

E in men che non si dica ‘sto giro non sei in stanza, bensì in macchina a cercare le indicazioni per riprendere in autostrada.

Certo che 48 ore sono davvero poche, considerando che 6-7 le passi a dormire – al mare anche 10, diciamo la verità. Ma il fatto che siano così, concentrate, rapidissime, quasi irreali, rende questi piccoli break un auto regalo sempre gradito. Ormai io e il mio Affaticato ne abbiamo praticamente fatto una tradizione: ogni anno a Luglio, una notte fuori, una località di mare, un ristorantino trovato su Trip e la presa del cervello scollegata. Finale Ligure, con la sua bella spiaggia a Varigotti, è stata la nostra seconda ottima scelta.
NB5: volontariamente ho sorvolato sull’importanza di scegliere il compagno di viaggio giusto, anche per sole 48 ore. Se non lo avete già a casa come me, partite senza: a quanto pare in Liguria c’è un buon mazzo da cui pescare. 
B&B Nelly G

Ristorante A Bitega ai Torchi

22-23 Luglio 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...